calendario

Bologna

Dal 22 Ottobre 2014 al 25 Ottobre 2014

Ottobre

22

Mercoledì

SAIE costruire sostenibile

Firenze

31 Ottobre 2014

Ottobre

31

Venerdì

La documentazione impianti termici a biomassa e il nuovo libretto di impianto

vedi tutti

storie sensibili

Raccontare Sorgenia

 
Sorgenia tra i partecipanti al Convegno delle Acli  - sorgeniablog

di Miriam Frigerio – Responsabile Brand Management Sorgenia

Lo sviluppo economico e del lavoro, questione fondamentale al centro di numerosi dibattiti nel nostro Paese, è divenuto tema portante del quarantasettesimo incontro nazionale di studi delle Acli, le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani. Il lavoro, ha dichiarato il  Presidente Nazionale di Acli Gianni Bottalico, in occasione dell’apertura del Convegno, è alla base della stabilità sociale e politica in Italia e, proprio per questo, deve servire come stimolo per proporre nuovi modelli di crescita economica, che sviluppino le opportunità per i lavoratori e ne garantiscano il pieno rispetto.

L’evento, tenutosi dal 18 al 20 settembre presso il Centro Congressi di Sant’Agostino a Cortona, ha visto la creazione di 12 gruppi di studio, con partecipanti di ogni età. Moltissime le novità in programma: si è discusso di innovazione e tutela dei lavoratori, di formazione, di orari part-time per trovare il giusto compromesso tra carriera e famiglia, di nuovi mezzi innovativi per collocare i giovani sul mercato del lavoro e non solo.

Tra i partecipanti all’iniziativa, anche Sorgenia, attenta alle esigenze di Pmi e aziende Made in Italy e aperta alle realtà imprenditoriali. In occasione delle tre giornate, il magazine Energie Sensibili ha dedicato uno speciale al Convegno riportando tutte le novità in programma con le testimonianze dei protagonisti.

Sorgenia tra i partecipanti al Convegno delle Acli  - sorgeniablog

03 October 2014

I nuovi orizzonti del mondo del lavoro: Sorgenia tra i partecipanti al Convegno delle Acli

Mercato

 
logo-blog

di Pierlorenzo Dell’Orco – Direttore Mercato

È entrato in vigore lo scorso 19 luglio un decreto legislativo sull’efficienza energetica (il n.102/2014, che riprende la direttiva europea 2012/27/UE), che ha introdotto importanti novità per Pubbliche Amministrazioni, aziende e consumatori.

Il decreto fissa innanzitutto un obiettivo nazionale indicativo di risparmio energetico da raggiungere entro l’anno 2020, pari a 20 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (tep) di energia primaria o a 15,5 milioni di tep di energia finale (ecco un breve video per capire meglio che cos’è il tep).

Per raggiungere questo obiettivo, il decreto prescrive che, a partire dal 2014, sugli immobili della Pubblica Amministrazione centrale siano attuati interventi di riqualificazione energetica, almeno pari al 3% annuo della superficie coperta utile climatizzata, oppure sufficienti a garantire un risparmio energetico complessivo di almeno 40.000 tep nel periodo 2014-2020.

Alle grandi imprese, invece, viene imposto l’obbligo di sottoporre i propri siti produttivi a una diagnosi energetica entro il 5 dicembre 2015, e poi ogni 4 anni. La diagnosi deve essere condotta da società di servizi energetici, da esperti in gestione dell’energia o da auditor energetici e da ISPRA (sono esentate dall’obbligo le sole imprese che hanno adottato sistemi di gestione conformi al protocollo EMAS e alle norme ISO 50001 o EN ISO 14001, a condizione che essi includano un audit energetico). I risultati delle diagnosi dovranno essere comunicati all’ENEA e all’ISPRA, incaricate della loro conservazione. L’ENEA verificherà, tramite controlli a campione, che le imprese rispettino l’obbligo richiesto e potrà stabilire sanzioni amministrative a carico delle aziende inadempienti.

Importanti novità in vista anche per i piccoli consumatori in tema di contatori e bollette. Il decreto impone che i clienti finali di energia elettrica e gas naturale, teleriscaldamento, teleraffreddamento ed acqua calda per uso domestico vengano dotati di contatori individuali, per rilevare con precisione il consumo effettivo e fornire informazioni sul tempo di utilizzo dell’energia. L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico dovrà definire le caratteristiche dei nuovi contatori e le modalità con cui verranno introdotti, entro luglio 2015 per l’energia elettrica ed il gas naturale ed entro luglio 2016 per teleriscaldamento, teleraffrescamento e acqua calda. Per quanto riguarda l’energia elettrica, se il cliente lo chiederà, il contatore dovrà essere in grado di misurare non solo l’energia consumata, ma anche quella autoprodotta – ad esempio tramite un impianto fotovoltaico.

Il provvedimento prescrive inoltre che i dati storici di consumo del cliente vengano conservati – in un formato facilmente comprensibile – da un soggetto indipendente dagli operatori di mercato, e che il cliente li possa consultare, ad esempio per confrontare offerte di diversi fornitori.

Per quanto riguarda la contabilizzazione dei consumi di calore, di raffreddamento o di acqua calda, le imprese fornitrici sono tenute a installare entro fine 2016 contatori individuali per misurare l’effettivo consumo di ciascuna unità immobiliare. Se l’installazione di contatori individuali non dovesse essere tecnicamente possibile, oppure non economicamente sostenibile, per la misura del riscaldamento sarà obbligatorio installare dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali in corrispondenza di ciascun radiatore posto all’interno delle unità immobiliari.

Novità, infine, anche sulle bollette: la fatturazione dei consumi dovrà essere almeno bimestrale, dovrà avvenire sulla base del consumo effettivo almeno con cadenza annuale e le bollette dovranno riportare una serie di informazioni aggiuntive, come ad esempio il confronto tra il consumo attuale di energia e il consumo nello stesso periodo dell’anno precedente.

24 September 2014

Novità per aziende e consumatori dal nuovo decreto sull’efficienza energetica